L’impatto ambientale che non sembra preoccupare le aziende

Algoritmo di Instagram: svelati tutti i segreti
Instagram svela i segreti del suo algoritmo
13 Luglio 2021
Impatto ambientale le aziende non si preoccupano

Attraverso un’attenta analisi, Capgemini ha individuato i problemi maggiori delle aziende in quanto a smaltimento dei rifiuti elettronici, provando a darne una soluzione.

Qual è la consapevolezza delle aziende rispetto all’impatto ambientale?

Negli ultimi anni il digitale ha preso sempre più piede, risolvendo molti problemi, ma proponendone di nuovi. Secondo una ricerca di Capgemini (società attiva nel settore della consulenza informatica), su mille organizzazioni sparse in tutto il mondo, l’89% non ricicla i propri hardware, ma soprattutto più della metà di esse (circa il 57%), afferma di non sapere quale sia l’impatto ambientale causato dai loro stessi device.

Il settore bancario e di produzione di beni presentano la maggior consapevolezza, mentre quello industriale dimostra il maggior deficit.

Meno di una azienda su cinque è in possesso di una strategia sostenibile per lo smaltimento dei propri rifiuti (ciò accade soprattutto nel settore amministrativo), e solo poco più del 20% di esse valuta di abbassare le proprie emissioni attraverso metodi più sostenibili. Questo è causato dalla mancanza di strumenti e conoscenze per valutare l’impatto dell’inquinamento e delle emissioni di CO2.

Cosa comporta questa situazione?

Sono circa 54 i milioni di tonnellate i rifiuti elettronici che vengono prodotti dalle aziende del settore, con un aumento del 20% da due anni a questa parte. Altri risvolti, meno evidenti, sono dati anche dal consumo di metalli preziosi, utilizzati per la costruzione della maggior parte delle apparecchiature elettroniche. Ciò incide anche sulle emissioni di anidride carbonica, che si stima saliranno fino al 20% all’anno.

I possibili benefici che potrebbe portare una maggiore sostenibilità da parte delle aziende

Se le aziende prestassero più attenzione allo smaltimento dei loro rifiuti, ciò comporterebbe un maggior credito sociale, una maggiore soddisfazione da parte dei clienti e un risparmio sulle imposte. Basta attuare semplici accortezze, come lo spegnimento automatico degli hardware.

Per salvaguardare il nostro pianeta c’è bisogno dell’aiuto di tutti, a partire da questi grandi colossi fino ad ognuno di noi, che se agissimo nel nostro piccolo per la tutela dell’ambiente, potremmo riuscire a cambiare le cose in poco tempo, per un futuro più verde nell’interesse di tutti.

Questo articolo ti è piaciuto? Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato e ricevere tanti contenuti nuovi sul mondo del marketing e della comunicazione!

CIAO!

Ci prendiamo un caffè insieme?
Potremo parlare di comunicazione, di nuovi trend del web marketing e di molto altro.
Iscriviti ora alla newsletter.
Una promessa: niente spam!