Instagram svela i segreti del suo algoritmo

In Cina la prima studentessa virtuale si è iscritta all'università
Hua Zhibing è la prima studentessa virtuale iscritta all’università
9 Luglio 2021
Impatto ambientale le aziende non si preoccupano
L’impatto ambientale che non sembra preoccupare le aziende
22 Luglio 2021
Algoritmo di Instagram: svelati tutti i segreti

Da sempre molti utenti di Instagram si sono chiesti come mai alcune loro foto avessero più visibilità di altre e in che modo vengano selezionati i post mostrati: il famoso e tanto discusso algoritmo, insomma, è sempre stato un mistero fino a qualche settimana fa. Instagram, infatti, ha dichiarato che non esiste un vero e proprio algoritmo, ma che ce ne sono diversi, tutti con obiettivi differenti.

Dal lancio dell’applicazione e col crescere del numero degli utenti, infatti, ne sono stati sviluppati diversi per ogni parte dell’applicazione, per rendere l’esperienza sulla piattaforma più godibile. Come?

Nel Feed, per esempio, vengono mostrati i post e le storie delle persone che seguiamo. Il loro posizionamento viene influenzato da fattori come:

  • il numero di like;
  • l’interazione delle altre persone con quell’utente nelle ultime settimane ed il numero di post che ti sono piaciuti di quella persona;
  • le interazioni che hai avuto con essa.

L’algoritmo, inoltre, cerca di non far vedere troppi post della stessa persona di seguito, permette la ricondivisone nelle Stories di altri post ed ha delle linee guida ben precise: se infatti un post va contro di esse, o è oggetto di disinformazione, può essere segnalato e rimosso. Se ciò accade ripetutamente l’account può essere temporaneamente bloccato o addirittura cancellato definitivamente.

Nella parte di Esplora, invece, vengono mostrate foto e video trovati appositamente per l’utente: l’algoritmo riesce a farlo in base alla cronologia dei post piaciuti, salvati e commentati. Una volta trovati, li ordina in base a quanto pensa che tu possa essere interessato ad essi. Altri fattori che influenzano Esplora sono:

  • la popolarità di un post;
  • la cronologia di interazione con quell’utente;
  • le attività passate e le informazioni di quel profilo.

Come per il Feed, anche Esplora è soggetto alle linee guida.

La novità dei Reels e le caratteristiche dello shadowban.

Per i Reels, introdotti a novembre 2019, funziona esattamente come in Esplora: l’algoritmo cerca ciò che potrebbe intrattenerti, basandosi sul feedback degli altri utenti. Anche in questo caso, ci sono dei parametri che influenzano quello che l’utente vede, come:

  • le attività passate del proprio account;
  • la cronologia di interazione;
  • la qualità del Reel e le informazioni di chi pubblica.

Anche qui, ci sono le linee guida da rispettare perché, se non vengono rispettate, possono portare allo shadowban, che consiste nella rimozione del post su segnalazione di un altro utente. A volte però, possono essere commessi errori, poiché Instagram gestisce milioni di segnalazioni al giorno, e vi è la possibilità di fare ricorso. Quando un post viene rimosso, l’algoritmo spiega i motivi che l’hanno portato a fare questa scelta. È stato inoltre affermato che il social network è a lavoro per migliorare questa sua caratteristica, dato che molti utenti hanno espresso insoddisfazione a riguardo.

Come puoi migliorare la tua esperienza su Instagram grazie all’algoritmo?

Sicuramente il modo in cui si utilizza Instagram influisce molto sulle cose che si vedono. Per migliorare la nostra navigazione al suo interno possiamo usare varie funzionalità come:

  • amici più stretti, che ci permette di condividere alcune Stories con delle persone che scegliamo noi stessi;
  • disattivare le storie ed i post ad un account se non vogliamo vedere ciò che pubblica, ma vogliamo continuare a seguirlo;
  • contrassegnare i post che non ci interessano in Esplora come “Non interessato”; in questo modo, vedremo solo ciò che ci interessa davvero.

Nonostante tutte queste piccole accortezze, Instagram e i suoi algoritmi presentano ancora vari problemi lamentati da utenti in tutto il mondo. Il social network però, con un comunicato, ha chiarito di essere sempre al lavoro per offrire la miglior esperienza possibile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi ricevere altri tipi di questo contenuto per migliorare insieme a noi, iscriviti alla nostra newsletter da leggere durante la tua pausa caffè!

CIAO!

Ci prendiamo un caffè insieme?
Potremo parlare di comunicazione, di nuovi trend del web marketing e di molto altro.
Iscriviti ora alla newsletter.
Una promessa: niente spam!