“Informati si vive meglio”: Mug Agency spiega l’importanza della lotta alle fake news

Il packaging come strumento fondamentale per la comunicazione del tuo prodotto
Come vendi meglio? Con un packaging perfetto!
11 Maggio 2021
Sicily-Fashion-RE-Design
Sicily Fashion RE-design, un evento per la moda digitale
23 Maggio 2021
L'intervento di Mug Agency sulla lotta alle fake news per #ionontornoindietro

Ci siamo, il grande giorno è arrivato: oggi interverremo durante l’evento online “Informati si vive meglio” promosso da Equo Garantito in seno alla campagna nazionale #ionontornoindietro.

Sarà il nostro CEO, Andrea Pietropaoli, a intervenire durante l’incontro per spiegare come la parola sia davvero troppo veloce sui social per essere lasciata in balia di notizie non vere.

Come funziona l’algoritmo dei social e perché girano le fake news?

Lo scopo delle piattaforme Facebook, Youtube, Instagram tra le altre, è mantenere l’utente quanto più a lungo all’interno di esse. Questo perché le piattaforme monetizzano sul tempo che vi trascorriamo e sui nostri dati e comportamenti, grazie ai quali gli inserzionisti possono mostrarci le loro pubblicità.

Più tempo rimaniamo connessi, più pubblicità vengono mostrate, più la piattaforma guadagna. E come fanno a farci rimanere più a lungo all’interno? Mostrandoci esattamente quello che vogliamo vedere, per mantenere alto il nostro interesse, per gratificarci, per farci sentire parte di un gruppo.

Come lo fa? Facebook, ad esempio, è impegnato nel sofisticare sempre di più il suo Edge Rank, l’algoritmo che muove tutto il sistema.

Ed ecco che gli utenti hanno un news feed costruito perfettamente in base ai loro desideri, i loro gusti e via dicendo. Questo è rischioso. Perché? Perché, considerando che le persone si rivolgono sempre più spesso a Facebook, ma anche ad altri social network, per trovare notizie e informazioni (ad esempio, il 44% degli americani dichiara di reperire notizie proprio da Facebook), il rischio è che si creino polarizzazioni basate su disinformazione e fake news.

C’è da dire che vi è un drastico calo di ricerca di fonti di ottima qualità da parte degli utenti. Il 44% degli utenti che navigano sui social, infatti, hanno affermato che ritengono veritiere tutte le informazioni trovate nelle loro bacheche social. E un altro dato allarmante ha confermato che il 59% degli utenti condivide i link delle notizie senza neanche dare uno sguardo al contenuto.

Perché la lotta alla fake news è così importante?

La capacità di distinguere le informazioni buone da quelle cattive è importante per preservare i valori democratici. Questo perché il massiccio flusso di informazioni che caratterizza l’era digitale richiede che i lettori siano in grado di distinguere tra fatti e opinioni e apprendano le strategie per rilevare informazioni distorte e contenuti dannosi come e-mail di phishing o notizie false. È stato ampiamente documentato che essere scarsamente informati può portare alla polarizzazione della politica, alla diminuzione della fiducia nelle istituzioni pubbliche e a minare le basi della democrazia.

Mug Agency per #ionontornoindietro

Se anche tu hai a cuore questo tema e ti va di approfondirlo con un gruppo di esperti, ti invitiamo a partecipare all’evento online “Informati Si Vive Meglio”, che si terrà quest’oggi sulla pagina facebook di Equo Garantito (linkato) alle ore 18.

Per iscriverti e prenotare il tuo posto nella stanza, collegati a questo link: ti aspettiamo!

CIAO!

Ci prendiamo un caffè insieme?
Potremo parlare di comunicazione, di nuovi trend del web marketing e di molto altro.
Iscriviti ora alla newsletter.
Una promessa: niente spam!