Bonus pubblicità 2021: un motivo in più per investire in pubblicità - Mug Agency
Bonus pubblicità 2021: un motivo in più per investire in pubblicità

Bonus pubblicità 2021: un motivo in più per investire in pubblicità

Il mercato della pubblicità ha raggiunto a livello mondiale delle cifre davvero impressionanti. Nel 2020, nonostante il blocco delle attività dovute ai vari lockdown, il mercato ha superato i 647 miliardi di dollari e si prevede un ulteriore incremento del 14% nell’anno in corso e del 7% nel 2022.

Oggi, in un mondo sempre più connesso in cui i consumatori quotidianamente sono sottoposti continuamente a migliaia di messaggi pubblicitari, è più che mai importante e strategico sviluppare un piano media adeguato al fine di posizionare la propria azienda e raggiungere l’audience di riferimento trasmettendo valori, qualità e storie.

A spingere le imprese ad investire in pubblicità sia online che offline viene in soccorso anche il Bonus Pubblicità.

Bonus pubblicità, di che si tratta

Il Bonus Pubblicità è un’agevolazione nata con il decreto 90 del 16 maggio 2018 per sostenere le imprese ad investire nei settori dell’editoria tv, della radio e della stampa. L’agevolazione permette alle aziende di ottenere il 50% del credito di imposta sugli investimenti pubblicitari.

I media interessati da questa agevolazione sono quelli cartacei e digitali. Per ottenere il credito di imposta del 50% le imprese devono dimostrare un incremento di investimenti pari almeno all’1% rispetto all’anno precedente.

Bonus pubblicità, prorogata la scadenza

La buona notizia per tutte le imprese che vogliano investire in pubblicità riguarda la scadenza. Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria ha introdotto una proroga per la presentazione della domanda di accesso al Bonus Pubblicità 2021. La nuova data per presentare la domanda è il 31 ottobre 2021.

Come ottenere il Bonus Pubblicità

Le aziende che intendono ottenere il credito di imposta del 50% dovranno inviare 2 domande sul sito dell’Agenzia delle Entrate. La prima, chiamata “Comunicazione per l’accesso al credito di imposta”, va presentata tra il 1 e il 31 ottobre 2021. In questa domanda vanno indicati gli investimenti già effettuati alla data di presentazione e quelli che si intendono sostenere fino al 31 dicembre 2021.

La seconda, ossia la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, va presentata tra il 1 e il 31 gennaio 2022 e dovrà indicare tutti gli investimenti effettuati nel 2021.

Affrettati, ci sono ancora pochi giorni!

La tua amica creativa pronta ad aggiornarti sul mondo del marketing e della pubblicità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente SPAM.
Solo aggiornamenti e contenuti utili.