La mia storia

Un bel giorno mi ritrovai nel bel mezzo di una riunione.

Intorno a me dei professionisti sognatori mi riempivano di limonata e cubetti di ghiaccio, scarabocchiavano su quaderni a quadretti, le fronti si imperlavano del sudore di luglio e le mani si appoggiavano alle teste quasi in segno di disperazione. Continuavano a pronunciare parole a vanvera, alcune davvero assurde.

Poi ho capito che cercavano un nome. Un nome che doveva servire a lanciare il loro sogno. Cercai allora in tutti i modi di farmi notare, con qualche saltello facevo traboccare della limonata. Ad un tratto mi fissano, si guardano, sorridono. Presero in prestito il mio nome per darlo alla loro impresa: MUG!

Mi colorarono di giallo e mi diedero una forma arrotondata. Devo dire che non mi dispiacque affatto quell’immagine così colorata, positiva, simpatica. Da quel momento ho incontrato tante persone che pronunciavano il mio nome ogni giorno, dal lunedì al venerdì: professionisti speciali, a volte seri e silenziosi, ma spesso rumorosi e sorridenti.

Mi hanno portato a conoscere quelli che loro chiamano clienti: tutti diversi, tutti speciali. Partecipo a riunioni importanti in cui sento un gran chiacchiericcio che non sempre riesco a decifrare: parlano di numeri, di report, di insights, di CPC e CPA.

Io sono MUG, piacere di conoscerti.


SCOPRI I MIEI SERVIZI