Samsung Pay è arrivato: come funziona?

L’evoluzione del Fitness in chiave digital – TALK AND RUN
27 marzo 2018
Novità Instagram: cos’è il Tag Shopping e come utilizzarlo
6 aprile 2018

Dopo Apple Pay, arriva in Italia Samsung Pay, il servizio di Samsung per effettuare pagamenti direttamente da smartphone. Ma come si attiva?

Con il crescere dei pagamenti digitali, il colosso coreano ha introdotto, dopo il competitor Apple, il suo sistema di pagamenti digitali da Smartphone e wearable: Samsung Pay.

Il servizio, che funziona tramite app da scaricare, permette di caricare le proprie carte prepagate e bancomat e attivarle tramite NFC  (Near Field Communication) e MST (Magnetic Secure Transmission) per pagare contactless.

Funzionamento

Per inserire le proprie carte, è necessario creare un account Samsung e scansionare le carte dall’app. Sono compatibili le carte di credito, debito o prepagate di Bnl, CheBanca!, Intesa Sanpaolo, Banca Mediolanum, Unicredit, Nexi, Visa, Sia e Mastercard, ossia il 60% del mercato.

Dall’app, bisogna avviarlo tramite un tocco sulla parte inferiore dello schermo, scegliere la carta che desideriamo tra quelle che abbiamo caricato, e avvicinare lo smartphone al terminale di pagamento.

Sicurezza

La sicurezza dell’app è garantita dall’impronta digitale, scansione dell’iride o PIN, dal fatto che i dati delle carte che non vengono mai memorizzate sul dispositivo – vengono invece tokenizzate, divise in sequenze e dal sistema di protezione interno, Samsung Knox.

Device

Samsung Pay è disponibile sui seguenti device:

  • Galaxy S9 – S9+
  • Galaxy Note8
  • Galaxy S8 – S8+
  • Galaxy S7 edge
  • Galaxy S7
  • Galaxy A8
  • Galaxy A5 2017
  • Galaxy A5 2016
  • Gear S3 classic – frontier
  • Gear Sport