La comunicazione dei progetti europei

Trattamento dei Dati
31 gennaio 2013
Yummy, il tuo supporto per l’avvio di un ristorante
16 settembre 2016

Come ogni progetto, anche quello europeo richiede pianificazione per avere una comunicazione efficace.

Pianificare la comunicazione di un progetto finanziato o co-finanziato da fondi europei permette, in fase progettuale, di aumentare le probabilità che la proposta venga approvata e, in fase esecutiva, di garantire una buona comunicazione esterna ed interna che semplifica la collaborazione tra partner e le attività di gestione del progetto.

Comunicare il proprio progetto europeo significa saper rispondere a quelle domande che sono fondamentali per ogni piano di comunicazione:

  • Quali sono i miei obiettivi?
  • Qual è la mia audience?
  • Quali contenuti voglio comunicare?
  • Quali canali voglio utilizzare per disseminare l’informazione?
  • Dove e quando voglio diffondere i miei messaggi?

Ma perché divulgare i risultati di un progetto europeo richiede allora competenze specifiche? Per essere strategico ed operativo, il piano di comunicazione dell’europrogettista deve dare visibilità al progetto non solo all’interno di un partenariato transfrontaliero, ma anche all’esterno, a livello europeo ed internazionale. Il progetto finanziato da fondi europei richiede strategie, attività di comunicazione interna ed esterna, risultati e target di riferimento che tengano conto della dimensione internazionale del progetto.

Scopriamo insieme alcuni punti chiave per divulgare i risultati di un progetto europeo.

Obiettivi: creare sinergie con quelli europei
É necessario conciliare gli obiettivi di comunicazione del progetto europeo con quelli previsti dall’Unione Europea (UE). Quando pianifica la comunicazione, l’europrogettista ha quindi bisogno di informarsi sulle priorità che ha l’UE sui temi trattati e di pensare a come dare visibilità non solo al proprio progetto, ma anche al programma europeo che lo finanzia

Audience: raggiungere i cittadini di tutta Europa
Definire da chi è composto il nostro pubblico e quali sono i beneficiari del nostro progetto europeo è fondamentale, come in ogni piano di comunicazione. L’europrogettista deve però tener conto che i risultati del suo progetto saranno fruiti da un pubblico europeo. I suoi messaggi dovranno quindi essere immediati, chiari e comprensibili per un audience che non è nazionale, ma transfrontaliera.

Il messaggio: favorire la replicabilità ed il trasferimento dei risultati del progetto
Quando si comunicano i risultati dei progetti europei, è importante porsi una domanda che in altri tipi di progetti non è necessaria: come possono i Paesi europei che non hanno partecipato al progetto imparare dalla nostra esperienza? Come possono i risultati del nostro progetto essere trasferiti altrove? L’europrogettista non può quindi dimenticare di curare gli aspetti linguistici e culturali nel suo piano di disseminazione.

Come e dove comunicare: essere ponti fra Paesi europei
Una domanda in più a cui un europrogettista deve inoltre rispondere è: come può questo progetto facilitare lo scambio di conoscenze e di buone pratiche a livello europeo? Il piano di disseminazione del progetto europeo non può quindi non prevedere attività di networking e di scambio che coinvolgano gli stakeholders del piano di comunicazione. Less is More ha esperienza diretta nella comunicazione istituzionale a livello comunitario e nella realizzazione di attività divulgative transfrontaliere. Questa vuole quindi essere la prima puntata di un viaggio nell’europrogettazione e nella comunicazione dei progetti europei, una comunicazione che si distingue perché mira a promuovere i valori dell’Europa e gli scambi fra i Paesi che la compongono.

Prepara la valigia e diffondi i tuoi progetti in tutta Europa!

Contattaci