10 consigli utili per sfruttare al meglio Instagram

Entra nel team di Mug (account/Sales)
24 marzo 2017
Come creare un piano editoriale per Facebook
24 marzo 2017

Gattini, paesaggi, pietanze e miliardi di selfie. Instagram, il social network di video e photosharing acquistato da Facebook nel 2012, continua ad affascinare e sedurre milioni di utenti, star e brand di tutto il mondo.

Il 2015 ha chiuso con un bilancio di oltre 400 milioni di iscritti superando Twitter. Il 73% degli utenti rientrano nella fascia d’età 15-35 anni con una maggiore presenza femminile e un alto grado di istruzione. I settori predominanti sono la moda, i prodotti culturali e la decorazione d’interni. Quasi impensabile per un’azienda escludere Instagram dalla propria strategia social. Vediamo allora quali sono i trucchi più efficaci per aumentare l’engagement e creare brand awareness attraverso la pubblicazione di foto e mini-video.

1.     L’hashtag giusto
Questa parolina che solo fino a pochi anni fa era ignorata dalla stragrande maggioranza delle persone, ormai è divenuta imprescindibile. Nonostante spesso il suo venga abusato, pubblicare una foto con i giusti hashtag, ci permette di essere visibili agli utenti potenzialmente interessati ai nostri contenuti e quindi ai nostri prodotti. Sono tantissime le app che, immessa una parola chiave, ci suggeriscono quali sono i “cancelletti” correlati e maggiormente utilizzati.

2.     Stalking
No, non vi stiamo suggerendo di diventare dei molestatori seriali che a colpi di “mi piace” e commenti tormentano gli utenti. Però il successo di un profilo Instagram dipende dalla vostra interazione con altri profili. Rispondete sempre a tutti i messaggi che vi vengono lasciati, siate generosi con i cuoricini a foto e profili che creano coerenza con il vostro brand e seguite gli influencers più amati e discussi. Vi darà visibilità e creerà affezione verso i vostri follower.

3.     Ora e adesso
Periodiche ricerche e indagini ci suggeriscono quali siano i momenti migliori per pubblicare le vostre foto: giorno della settimana e orario in cui gli utenti sono più collegati. Sono ottimi momenti le pause pranzo, il lunedì pomeriggio quando il rientro al lavoro ci mette nostalgia del weekend e siamo più portati a trovare piccole distrazioni, il venerdì quando ormai di stare seduti ad una scrivania non ne vogliamo proprio sapere. Generalmente, meglio pubblicare dopo colazione, dopo pranzo e dopo cena. Numerose app, anche gratuite, ci suggeriscono gli orari e i giorni della settimana in cui le passate pubblicazioni hanno avuto più successo. 

4.     Frequenza
Una foto postata si dice che rimanga visibile sulla timeline dei vostri follower per circa tre ore. Considerate questa fascia temporale per fare un’analisi del successo o dell’insuccesso dei vostri contenuti. Instagram, a differenza di altre piattaforme sociali, non ama lo spam. Non pubblicate dunque decine di foto ogni giorno. I vostri utenti non lo apprezzeranno e pagherete la frenesia da condivisione con la diminuzione del numero dei follower. Al massimo 10 foto al giorno. Al massimo.

5.     Unicità
Gli utenti di Instagram non amano fotografie scaricate da internet o non in linea con la stagione. Insomma non cacciate fuori dalle vostre gallerie fotografiche una vostra foto davanti al camino con un albero di Natale quando siamo a ferragosto, anche se è la foto più bella che vi sia mai stata fatta. Stesso discorso per un prodotto di un brand: rispettate la stagionalità e l’unicità dei vostri contenuti. Essere unici, nella vita come su Instagram, paga sempre.

6.     Hi, hola, ciao
Se nella vostra strategia social vi state rivolgendo ad un pubblico internazionale, consideratelo sempre quando scrivete la didascalia della vostra foto. Se vi seguono da tutto il mondo non saranno apprezzate pubblicazioni in una lingua incomprensibile ai vostri utenti. Preferite dunque l’inglese, soprattutto se gli hashtag che utilizzate sono nella lingua della Regina Elisabetta.

7.     Video
Il futuro dei social network è rappresentato dai video. Dirette streaming su facebook, gif animate a profusione ed ora anche mini-video. Instagram non è da meno. Considerate quindi la realizzazione di brevissimi filmati di 15 secondi e preferiteli alle foto. In poco tempo noterete i risultati.

8.     Multisharing
Connetti i tuoi account di altre piattaforme (facebook, twitter, ecc). I tuoi amici riceveranno una notifica e apparirai tra i loro suggerimenti. Probabilmente ti seguiranno e questo ti permetterà di partire con una base sociale sostanziosa.

9.     Shopping
Ormai è pieno di agenzie, software e app che ci permettono con pochissimi euro di acquistare letteralmente migliaia di nuovi follower. Lo sconsigliamo vivamente. Il vostro ego aumenterà a dismisura non appena vedrete che da appena un centinaio di follower siete passati a 20.000 ma l’entusiasmo terminerà nel giro di qualche ora. Noterete infatti che l’aumento drastico di follower non comporta un aumento proporzionale dell’engagement. Sostanzialmente acquistereste account fake che non interagiranno con voi e con il vostro profilo. 

10.   BOT
Non parliamo di finanza e investimenti in borsa. È solo un piccolo, ma grandissimo trucco, per ottenere anche centinaia di nuovi follower ogni giorno senza che facciate troppa fatica.