๐—ฃ๐—ฟ๐—ผ๐—ฝ๐—ฎ๐—ด๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ฎ ๐Ÿฏ.๐Ÿฌ, come la Bestia di Salvini sta cambiando la politica

Elezioni Europee 2019
Elezioni europee, Google prepara il piano contro le fake news
4 Febbraio 2019
Lโ€™Italia rischia di perdersi lungo la strada della digitalizzazione
24 Maggio 2019
Filter-bubble-Mug-Agency

Come gli strumenti di marketing, sempre piรน sofisticati, si intrecciano al racconto della politica e della societร . Spesso in maniera faziosa, subdola e pericolosa.ย 

Inizialmente, abbiamo utilizzato Facebook per tenerci in contatto con i nostri amici, poter parlare liberamente con loro senza affrontare i costi di sms e telefonate che al tempo ancora rappresentavano un problema, soprattutto per i giovanissimi. Abbiamo poi rispolverato vecchie agendine ingiallite dove i non nativi digitali erano soliti appuntare nomi, numeri di telefono, indirizzi, con lโ€™obiettivo di ritrovare gli amici di infanzia, quelli delle scuole elementari o di lontane vacanze estive, i compagni del doposcuola e amanti passati.

Un mezzo straordinario che in pochi secondi ci permetteva di ritrovare un vecchio amico, aggiornarsi sulla sua attuale vita e scambiarsi ogni tanto qualche saluto, che con il passare del tempo diventava un semplice commento ad un post per poi ridursi a sporadici โ€œlikeโ€.

Ci troviamo oggi, dopo 10 anni di vita dei nostri profili, con centinaia di contatti, molti dei quali non ricordiamo neanche di avere tra gli amici, perchรฉ in fondo, amici non lo sono affatto.

Per una decade abbiamo condiviso pezzi di vita, fotografie, video, pensieri, ambizioni, paure. Abbiamo espresso la nostra opinione commentando post di altre persone o pagine aziendali, abbiamo visualizzato offerte commerciali, abbiamo manifestato la nostra preferenza o il nostro dissenso con un gesto tanto semplice (per noi) quanto potente per le aziende, la reaction.

Abbiamo cambiato la nostra posizione lavorativa, abbiamo fatto sapere ai nostri amici di essere impegnati ufficialmente, poi single, poi di nuovo fidanzati, e magari alla fine sposati. Abbiamo aperto decine di migliaia di link, abbiamo acquistato prodotti e fatto regali, abbiamo partecipato ad eventi, prenotato un viaggio o un hotel. Abbiamo fatto delle donazioni e firmato petizioni.

Ci siamo divertiti ma a quale prezzo?

Abbiamo consegnato la nostra personalitร  nelle mani di chi con le nostre abitudini, con le nostre situazioni sentimentali, con le nostre preferenze di consumo, e con le nostre idee ha costruito una strategia di marketing per venderci beni e servizi quasi pensati su misura. Anche noi di Mug Agency trascorriamo molto del nostro tempo lavorativo a studiare le preferenze degli utenti per percorrere la strada migliore per portare un cliente al suo obiettivo, in termini economici o di reputazione.

Dโ€™altronde il mondo del marketing funziona proprio con questa dinamica: studia il mercato e il target di riferimento per personalizzare lโ€™offerta e ottenere maggiori vendite. Funzionavano cosรฌ le prime splendide locandine pubblicitarie disegnate da Alphonse Mucha, ha funzionato e continua a funzionare cosรฌ il sistema di advertising su radio, televisione e carta stampata.

๐— ๐—ฎ ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ ๐˜€๐˜‚๐—ฐ๐—ฐ๐—ฒ๐—ฑ๐—ฒ ๐˜€๐—ฒ ๐˜๐˜‚๐˜๐˜๐—ฒ ๐—พ๐˜‚๐—ฒ๐˜€๐˜๐—ฒ ๐—ถ๐—ป๐—ณ๐—ผ๐—ฟ๐—บ๐—ฎ๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ถ, ๐˜€๐—ฒ ๐—น๐—ฒ ๐—ป๐—ผ๐˜€๐˜๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฝ๐—ฎ๐˜‚๐—ฟ๐—ฒ, ๐—ถ ๐—ป๐—ผ๐˜€๐˜๐—ฟ๐—ถ ๐—ด๐˜‚๐˜€๐˜๐—ถ, ๐—ถ ๐—ป๐—ผ๐˜€๐˜๐—ฟ๐—ถ ๐˜€๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ถ๐—บ๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ถ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฟ๐—ฎ๐—ฏ๐—ฏ๐—ถ๐—ฎ ๐—ผ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฒ๐—บ๐—ฝ๐—ฎ๐˜๐—ถ๐—ฎ ๐—ฎ๐—ฟ๐—ฟ๐—ถ๐˜ƒ๐—ฎ๐—ป๐—ผ ๐˜€๐˜‚๐—น ๐˜๐—ฎ๐˜ƒ๐—ผ๐—น๐—ผ ๐—ฑ๐—ถ ๐˜‚๐—ป ๐—บ๐—ฎ๐—ฟ๐—ธ๐—ฒ๐˜๐—ฒ๐—ฟ ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ ๐—ป๐—ผ๐—ป ๐˜ƒ๐˜‚๐—ผ๐—น๐—ฒ ๐˜ƒ๐—ฒ๐—ป๐—ฑ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ ๐˜‚๐—ป ๐—ฝ๐—ฟ๐—ผ๐—ฑ๐—ผ๐˜๐˜๐—ผ ๐—บ๐—ฎ ๐˜‚๐—ปโ€™๐—ถ๐—ฑ๐—ฒ๐—ฎ?

In Italia stiamo assistendo a livelli di ๐—ฝ๐—ผ๐—ฝ๐˜‚๐—น๐—ถ๐˜€๐—บ๐—ผ forse mai visti prima. Non tanto per la violenza verbale, per le bugie e le fake news raccontate, quanto per il mezzo utilizzato. Un mezzo potenzialmente bellissimo ma che, appunto, puรฒ essere pericoloso.

รˆ ormai noto che la macchina propagandistica di Matteo Salvini, e non solo, รจ alimentata da una strategia sofisticata e da un team di grandi esperti e filosofi digitali che hanno sfruttato le competenze tecniche per costruire un sistema di engagement forse senza eguali.

Matteo Salvini si serve di un vero e proprio software, in casa Lega chiamato โ€œLa Bestiaโ€.

๐—Ÿ๐—ฎ ๐—•๐—ฒ๐˜€๐˜๐—ถ๐—ฎ, sviluppata da Luca Morisi, spin doctor leghista, รจ un sistema che controlla le reti sociali del leader leghista, analizzandone i post e i tweet che raggiungono i risultati migliori e profilando le persone che vi hanno interagito. Conoscendo perfettamente chi hanno di fronte e quali sono i loro sentimenti rispetto a determinate tematiche, il team di Salvini puรฒ di volta in volta mettere mano alla strategia politica, prediligendo un argomento rispetto ad un altro se il primo gli garantisce un aumento di reputazione e notorietร .

La propaganda.

Facciamo un esempio: Salvini posta sulla sua pagina Facebook da tre milioni di fan un video in cui parla di immigrazione. In poche ore i commenti diventano migliaia. A quel punto La Bestia li esamina e lโ€™output riporta una predominanza di commenti del tipo โ€œi migranti ci tolgono il lavoroโ€.

Seguirร  dunque un nuovo post in cui il messaggio di Salvini rafforzerร  questa paura, confermando ai suoi fan che i migranti ci tolgono il lavoro. Salvini costruisce poi uno storytelling emozionale, quasi ad ogni post. Inizia con toni aspri, accusatori, infanganti, offensivi per alimentare la paura della sua audience, per giustificare il suo operato e conclude alleggerendo lo storytelling con uno smile, un โ€œbacioneโ€, un โ€œbuona domenica amici, vi voglio beneโ€ per accaparrarsi la fiducia dei suoi fan, fidelizzarli e ottenere migliaia di reazioni e condivisioni.

#Finitalapacchia, #primagliitaliani, #dalleparoleaifatti: non cโ€™รจ dubbio che Matteo Salvini รจ un millennial da podio anche se fuori tempo anagrafico, sempre supportato dal suo social elettorato a suon di #iostoconsalvini.

Insomma, Salvini costruisce la sua propaganda con la stessa dinamica che lโ€™algoritmo di Facebook utilizza per mostrarci i contenuti che ci facciano vivere la โ€œmiglioreโ€ esperienza utente possibile.

La piattaforma di proprietร  di Mark Zuckerberg lavora attraverso un sistema di personalizzazione dei post sulla nostra bacheca, tarato sui nostri interessi e perfino sulle nostre idee. Se siamo a favore dellโ€™immigrazione, leggeremo notizie pro-immigrazione, se siamo contrari leggeremo i contenuti di chi considera lโ€™immigrazione un fenomeno negativo e pericoloso.

Lโ€™effetto, definito per la prima volta da Eli Pariser โ€œ๐—™๐—ถ๐—น๐˜๐—ฒ๐—ฟ ๐—•๐˜‚๐—ฏ๐—ฏ๐—น๐—ฒโ€, consiste nellโ€™isolare lโ€™utente da informazioni che sono in contrasto con il suo punto di vista, lasciandolo nella sua bolla culturale e ideologica.

Salvini non รจ di certo lโ€™unico a ricorrere a questi mezzi per convincere le persone a stare dalla sua parte. Molti partiti e movimenti in tutto il mondo, soprattutto quelli di estrema destra, hanno raccolto consensi proprio con questo sistema di propaganda 3.0, oltre al ricorso alla tecnica del ๐˜๐—ฟ๐—ผ๐—น๐—น๐—ถ๐—ป๐—ด. Il leader posta un contenuto che viene poi ripreso da centinaia, a volte migliaia, di account fake che avviano un tweet bombing che ha la capacitร  di cambiare la percezione di una notizia o di un evento. Creare un numero cosรฌ elevato di account finti su Twitter non รจ nรฉ difficile nรฉ costoso: esistono infatti software, molti dei quali di proprietร  russa, che permettono di generare anche fino a mille account in tre ore e al costo di qualche centinaio di euro, tutti verificati con un numero di telefono e corredati di foto e informazioni pubbliche.

๐—•๐—ถ๐—ด ๐—ฑ๐—ฎ๐˜๐—ฎ, ๐—ฝ๐—ผ๐—น๐—ถ๐˜๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ, ๐—ฝ๐—ฟ๐—ถ๐˜ƒ๐—ฎ๐—ฐ๐˜†, ๐—ป๐—ฒ๐˜‚๐—ฟ๐—ผ๐—บ๐—ฎ๐—ฟ๐—ธ๐—ฒ๐˜๐—ถ๐—ป๐—ด ๐—ฒ ๐˜€๐—ผ๐—ฐ๐—ถ๐—ฎ๐—น ๐—ป๐—ฒ๐˜๐˜„๐—ผ๐—ฟ๐—ธ: ๐—น๐—ฎ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ผ๐—ฝ๐—ฎ๐—ด๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ฎ รจ ๐˜€๐—ฒ๐—ฟ๐˜ƒ๐—ถ๐˜๐—ฎ!

Nel mondo accademico e in quello del marketing non si vedono soluzioni allโ€™orizzonte, se non una richiesta ai big del tech ad intervenire.

Sembra una strada a senso unico, dove i leader affermano sรฉ stessi raccontando una veritร  mistificata e costruita sulle emozioni della gente. Gente che spesso non ha la capacitร  di filtrare le informazioni, di leggere le notizie in maniera critica, di prendere le distanze da pagine e personaggi ambigui.