Come sopravvivere alla crisi del settore Retail

In un mondo pieno zeppo di siti di e-commerce, identità online definite, brand affermati e spedizioni veloci come atleti olimpici, sempre più italiani decidono di acquistare online prodotti e servizi per soddisfare i propri bisogni. Colossi come Amazon controllano il mercato globale ed è veramente difficile competere con il loro catalogo prodotti, con la loro customer care e la loro incredibile logistica. Come può una piccola attività, un piccolo negozio di provincia, essere comunque rilevante in questo panorama?

Vediamo alcuni suggerimenti pratici per far sopravvivere il tuo negozio nel mondo digitale.

Negli Stati Uniti è chiamata "Retail Apocalypse, l’apocalisse del settore retail. Quel fenomeno che vede protagonisti centri commerciali, grandi negozi e piccole attività: essi chiudono ad un ritmo sempre più frequente. Se il consumatore medio è più attratto dallo shopping online è facile comprendere come qualcosa a livello strategico delle attività più piccole non stia più funzionando. Le piccole e medie attività non hanno infatti attuato dei processi strategici per adattarsi nel mondo digitale, anche se non è sempre così. Nel settore della moda, brand come H&M e Zara riescono a rimanere forti e granitici: non solo per la grande scelta di capi che possiedono, ma anche grazie a tutta la cura e creazione di una forte identità, sia in store che sulla rete.

Quelli che abbiamo citato sono marchi molto famosi, ma non tutti i grandi player riescono a sopravvivere a questa crisi: brand come American Apparel, Guess e Abercrombie & Fitch hanno chiuso in America oltre 200 negozi fisici nell’ultimo periodo. Mentre i negozi fisici tentano di tenere il passo delle grandi aziende del commercio elettronico, realtà come Amazon, già affermate sulla rete, stanno cercando di conquistare il commercio locale. La mission del CEO di Amazon, Jeff Bezos, è proprio quella di dominare e rappresentare l’intero commercio globale, anche attraverso strutture fisiche. Chi può dire che non ci riuscirà?

Compreso questo concetto, come possono i piccoli e medi commercianti sopravvivere nel gigante mare digitale?

 

 

 

 

Ecco 5 pratici consigli per dare una spinta alla comunicazione del vostro business locale:

 

1 L’importanza del tocco umano.

Una delle armi più preziose nelle mani dei commercianti. Se c’è una cosa che appartiene ad un negozio fisico che mai potrà essere trovata all’interno di uno store online è l’umanità. In un contesto sociale sempre più digitalizzato Il tocco umano oggi giorno sta acquisendo di nuovo valore. Accogliere di persona il cliente nel tuo store, farlo sentire a casa, regalargli un’esperienza visiva, tattile e sensoriale è fondamentale per lasciare un segno nella sua mente.

2 Cura della struttura.

Il tuo negozio è il tuo biglietto da visita, assicurati che sia curato sotto ogni aspetto, parliamo del giusto interior design, gestione ottimale dell’illuminazione e dei punti strategici della struttura, anche il personale dovrebbe accentuare e promuovere il brand del negozio con una divisa ad hoc e un approccio al cliente strutturato e funzionale.

 

 

 

3 Presenza Digitale.

Molte attività alle porte del 2018 presentano ancora questa lacuna. Hai un sito internet? condividi i tuoi aggiornamenti sul Blog? Hai una presenza intelligente sui Social Network? Se la tua struttura non è presente in rete (o è presente in maniera amatoriale, discontinua e non aggiornata) come può l’utente medio esserne attratto?

4 Pubblicità Mirata.

Utilizza gli strumenti di pubblicità di Google (AdWords), di Facebook e Instagram. Sono estramamente utili per attività geolocalizzate mirate. Puoi mostrare i tuoi prodotti o i tuoi servizi a tutte le persone residenti in una zona specifica, con una precisione massima di un chilometro. Hai un negozio di orologi in una zona di periferia? puoi far conoscere la tua attività all’intera zona intorno a te con pochi euro a settimana.

 

 

 

5 Differenziati dalla concorrenza.

Cosa ti rende unico? Qual è il tuo vantaggio competitivo? Queste possono sembrare domande semplici ma in realtà possono fare tutta la differenza del mondo. Parti dalla tua motivazione e cosa vuoi proporre alla tua clientela, non parliamo solo di prodotti ma soprattutto di valori. Pensa a brand giganti come Apple, l'azienda di Cupertino più che smartphone vende veri e propri status symbol. Ovviamente non possiamo ambire ad avere una così solida brand identity ma possiamo cambiare il modo in cui i nostri clienti percepiscono noi e la nostra attività. Scegli i valori da attribuire alla tua comunicazione ma identifica soprattutto un tuo target di riferimento: vendi abiti per donna? Specializzati su una fascia d’età in particolare!

Un ultimo consiglio: Il mondo della comunicazione corre veloce e i grandi colossi del commercio elettronico diventano sempre più grandi, bisogna quindi cercare di combattere ad armi pari con questi giganti, o quanto meno allinearsi a quelli che sono gli standard di comunicazione digitale degli ultimi anni. Se pensi di non avere i mezzi per effettuare questi cambiamenti, ma desideri fortemente portare un miglioramento all'identità della tua impresa sul web, contattaci.

Saremo lieti di incontrarti e insieme capire come aiutare la tua attività.

RIMANI AGGIORNATO