Le 12 migliori piattaforme cloud-based per le piccole imprese (e non solo)

Il computer e le tecnologie digitali sono ormai parte integrante del luogo di lavoro. Dagli ingombranti ELEA di Olivetti, acquistati da banche e istituti finanziari per effettuare calcoli troppo complessi per essere eseguiti in tempi rapidi da operatori umani, ai primi calcolatori elettronici da scrivania – come la P101, sempre di Olivetti – che hanno facilitato il lavoro di contabili e amministratori in tutto il mondo, ai primi PC basati su processori Motorola, che hanno permesso l’avvento di fogli di calcolo elettronici e word processor, fino alle prime tecnologie di rete – che hanno reso possibili la condivisione di risorse e la centralizzazione dello storage dei file – le grandi aziende sono da sempre in prima fila nell’adozione dei più sofisticati strumenti digitali offerti dal mercato.

Amministrazione, gestione del personale, produttività individuale, project management, progettazione, procurement, collaborazione, logistica, distribuzione, vendite – non c’è un settore dell’attività aziendale che non abbia beneficiato dei vantaggi offerti dalla “rivoluzione digitale” in corso, e, proprio per tale ragione, tutte le grandi aziende hanno assunto personale specializzato e speso somme sempre più rilevanti per l’attuazione di processi di digital transformation che in molti casi hanno mutato radicalmente l’attività quotidiana di milioni di dipendenti nel mondo.

Le risorse richieste per cogliere i benefici di tale rivoluzione sono però ben al di là delle possibilità delle gran parte delle imprese di piccole e medie dimensioni (cuore produttivo del nostro Paese), ed una miriade di piccole realtà rischia di scomparire perché non più in grado di competere con soggetti più strutturati.

Si pensi, per esempio, che diverse realtà della Grande Distribuzione Organizzata richiedono ai propri fornitori di adottare le piattaforme specifiche di logistica e fatturazione elettronica, escludendo, di fatto, tutte le realtà prive delle risorse necessarie per adeguarsi ai nuovi standard di mercato.

Negli ultimi anni, però, anche grazie alla diffusione della banda larga, è emersa una nuova classe di applicazioni fruibili in remoto che promettono di portare anche alle piccole imprese i benefici delle grandi piattaforme di classe enterprise, richiedendo investimenti minimi up-front, con costi di gestione contenuti e commisurati all’effettivo utilizzo delle piattaforme. Il termine Software-as-a-service descrive tutte quelle piattaforme di cloud computing che erogano applicazioni di classe enterprise “a consumo”; consentono, cioè, di fruirne come se fossero servizi: pagando una fee variabile, legata all’utilizzo effettivo, un’azienda può fruire di soluzioni – per esempio – di analisi dei dati, senza preoccuparsi della costruzione, della gestione, della manutenzione e della sicurezza di infrastrutture di elevatissima complessità, e senza investimenti da ammortare nel lungo periodo.

Le piattaforme SaaS, insomma, permettono alle piccole imprese di dotarsi di strumenti molto avanzati in modo semplice, flessibile, e sicuro, semplicemente registrandosi online ed iniziando a lavorare.

Ma cosa offre il mercato SaaS? Quali sono le piattaforme più utili e adatte ad una piccola impresa “low-tech”? Vedremo alcune delle più popolari offerte SaaS sul mercato, mettendo di volta in volta in evidenza l’utilità di ciascuna applicazione per piccole imprese e privati cittadini.

G Suite

Suite da ufficio completamente online prodotta da Google. Grazie a G Suite è possibile utilizzare i principali prodotti offerti da Office all’interno del browser (senza bisogno di installare niente sul PC), con i vantaggi dell’integrazione con gli altri prodotti di Google, in primis Gmail e Google Drive, ed un pannello di gestione centralizzato per abilitare o disabilitare singole funzionalità per singoli utenti.

 

Dropbox

Disco di rete accessibile ovunque, completo di plugin per sincronizzare i file presenti in cartelle specifiche del PC. Molto utile per rendere accessibili file a dipendenti all’esterno della LAN aziendale (o in assenza di una LAN aziendale)

 

Asana

Piattaforma online di project management/task management: consente di tenere traccia del progresso delle attività dell’azienda e di assegnare task ai singoli dipendenti, fissando date di consegna ed obiettivi intermedi. Offre innumerevoli integrazioni con altre applicazioni SaaS per usi più complessi (rappresentazioni grafiche, aggiornamento automatico dei task completati, …). Come tutti gli strumenti di project management, mostra la sua utilità al crescere della dimensione dei progetti e dei gruppi di lavoro, prestandosi molto bene a progetti che coinvolgono più imprese.

 

 

Mailchimp

Piattaforma per l’invio massivo di mail. Utilissimo per l’invio di newsletter e per attività di Direct Email Marketing, offre strumenti semplificati per costruire il contenuto delle mail inviate, per la gestione delle liste di destinatari, e per l’analisi delle statistiche sui messaggi ricevuti, respinti, aperti, letti o cliccati.

 

Shopify

Piattaforma di ecommerce semplificata: permette di aprire un negozio online senza conoscenze di programmazione e senza disporre di un sito web, ma supporta l’integrazione in siti web esistenti. Come altre piattaforme self-service per la costruzione di siti web, mette a disposizione temi grafici e strumenti per l’interazione con i clienti e per l’analisi dei dati su vendite, visite e carrelli in sospeso. Utile per attività commerciali di piccola dimensione, con una forte propensione per il fai-da-te.

 

Zendesk

Piattaforma per la gestione di helpdesk e servizi di assistenza di ogni tipo: offre potenti strumenti di reporting ed un portale personalizzabile per la risoluzione autonoma di problemi da parte degli utenti, oltre alla possibilità di integrazione con diversi canali di comunicazione. È la soluzione ideale per la gestione delle attività post-vendita, e per l’assistenza ai clienti delle imprese del terziario.

 

SalesForce

Customer Relationship Management in cloud: permette di costruire un database dei clienti, di tracciare tutte le fasi del processo di contatto e di vendita (inclusa la raccolta di tutta la documentazione), ed offre diversi strumenti di reporting grafico molto potenti. Permette di automatizzare parzialmente il processo di acquisizione clienti e supporta l’integrazione con innumerevoli soluzioni SaaS ed on premise. Dispone di plugin per la gestione integrata delle interazioni sui canali social. È molto utile, in particolare per imprese commerciali e più in generale per qualunque azienda abbia un numero di clienti non esiguo, per tenere traccia dei prospect (i clienti potenziali) e dei lead (le concrete possibilità di vendita) in modo da effettuare azioni di marketing mirato.

 

FattureInCloud

Sofware cloud-based italiano per la gestione autonoma delle fatture, con possibilità di emissione di fatture elettroniche ed automazione del ciclo attivo-passivo. Offre strumenti di analisi visuale dell’andamento economico dell’azienda. Molto utile per chiunque, ed in particolare per i fornitori della Pubblica Amministrazione.

 

Slack

Set di strumenti di collaborazione multipiattaforma, in tempo reale e cloud based. Slack nasce dal desiderio di sostituire l’email con strumenti più agili, ed integrati con altre repository informative e centinaia di piattaforme online. Permette di gestire gruppi di lavoro, inviare comunicazioni private, ed effettuare ricerche su tutti i contenuti pubblicati. È una delle piattaforme che sono cresciute di più negli ultimi anni, e risulta particolarmente utile per aziende di sviluppo software ed imprese del terziario.

 

HootSuite

Strumento per il social media management multicanale, permette di gestire simultaneamente diversi account su social network diversi e di automatizzare parzialmente la pubblicazione di contenuti. Irrinunciabile per qualunque azienda B2C presente sui social media più popolari.

 

Tableau Online

Piattaforma self-service per l’analisi dei dati: può essere collegata a diversi tipi di fonti di dati proprietarie (database, fogli Excel, file CSV, web services, ...), ed è in grado di analizzare rapidamente grandissimi quantitativi di dati, producendo rappresentazioni grafiche e risultati numerici come output. La sua utilità è strettamente connessa alla conoscenza del proprio business e dei principali indicatori di performance del proprio segmento di mercato, ma permette di accedere facilmente alle molte delle funzionalità offerte dalle più sofisticate piattaforme di Big Data Analytics.

 

Tray.io

Per parafrasare il Signore degli Anelli, One SaaS to rule them all. Tray è uno strumento molto utile per “cucire assieme” diverse piattaforme SaaS, attraverso la creazione di veri e propri “flussi di lavoro” che ne automatizzano il funzionamento. Una vendita su Shopify, per esempio, può generare ed inviare automaticamente una fattura su FattureInCloud, aggiornare i dati sul cliente su Salesforce e creare la bolla di consegna per lo spedizioniere su G Suite: tutto quel che serve per generare questo flusso di automazioni è un comodo pannello grafico che consente di trascinare e collegare i vari servizi nel modo desiderato. Tray.io offre anche una comoda funzionalità per calcolare il costo complessivo mensile delle piattaforme utilizzate, facilitando un controllo più accurato dei costi, e permettendo di pianificare correttamente gli investimenti.

RIMANI AGGIORNATO