I colori evocano emozioni

I colori sono uno degli strumenti più utilizzati nel marketing e vengono impiegati nella brand identity di un'impresa per evocare sensazioni e sentimenti. 

La vista, insieme all'udito, è il senso più usato per stimolare l'attenzione e la curiosità di potenziali clienti attraverso la pubblicità, la comunicazione e la grafica. Grazie al nervo ottico si trasmettono gli impulsi catturati dall'occhio al cervello. Lì i colori vengono processati nel lobo occipitale, dove si produce la sensazione del colore. Successivamente i colori vengono trasmessi alla corteccia cerebrale, dove avviene la percezione cosciente e consapevole. Il colore dunque è un'interpretazione cerebrale degli input recepiti dall'occhio. 

I colori sono in grado di attrarre un pubblico determinato; attraverso il loro utilizzo possiamo evocare sensazioni e sentimenti nei nostri clienti, possiamo fare in modo che i clienti comprino in un negozio molto velocemente o rimangano all'interno più a lungo. Bisogna avere chiaro che i colori non evocano le stesse emozioni in tutte le culture e che esistono degli standard internazionali per cui un colore assume lo stesso significato in luoghi molto differenti. Vi immaginate un segnale di Stop con fondo verde?

Senza entrare troppo nello specifico, vediamo cosa evocano i principali colori. 

ROSSO: è il primo colore al quale l'uomo ha dato un nome. Rappresenta l'amore, ma è anche il colore del pericolo. Insieme al nero, evoca l'odio. Unito al rosa, evoca innocenza. Con il viola, seduzione. Da solo simboleggia il fuoco. È indubbiamente un colore che richiama l'attenzione.

GIALLO: è il colore che vanta il maggior numero di detrattori perché in molte culture rappresenta la cattiva sorte. M è anche il colore del divertimento, dell'ottimismo e della luminosità. Non a caso viene preferito da quelle imprese che vogliono dare un'immagine di sé fresca, dinamica, leggera. Evoca i gusti amaro e acido ma dà anche la sensazione di freschezza. Insieme all'arancione e al rosso rappresenta il divertimento, amabilità unito all'azzurro o al rosa. Con il nero e il grigio, evoca invidia e gelosia. 

AZZURRO: è il colore più amato. Simboleggia la freschezza e la trasparenza. Nelle sue nuances più scure, trasmette maturità e saggezza. È il colore delle divinità e, insieme al verde e al rosso, evoca simpatia e armonia. Con il viola, fantasia; con il nero, mascolinità.

VERDE: è il colore che rappresenta la natura per antonomasia. È il colore della vita, del benessere, della salute. Ricorda la primavera, la freschezza, l'immaturità, la gioventù, la speranza. Unito all'azzurro o al bianco, evoca tranquillità; con il rosso forma la combinazione perfetta per esprimere salute; con il viola, il velenoso; con il marrone, il bianco o l'azzurro dà origine a combinazioni riconducibili al mondo naturale; 

NERO: senza entrare nel dibattito che si interroga se sia o meno un colore, il nero evoca il dolore, la fine. PErò unito al bianco, al grigio o al dorato, esprime eleganza ed esclusività; con il rosso, potere.

BIANCO: c'è chi pensa che sia il colore perfetto, in ogni caso si è d'accordo sul fatto che esprima la novità, l'inizio, il bene, l'innocenza. Insieme all'argento o al grigio, esprime oggettività ed esclusività; insieme al marrone, la modestia; insieme al rosa rappresenta la femminilità ma anche l'infanzia. È il colore della luminosità e della purezza. 

VIOLA: è per eccellenza il colore del potere e della teologia ma esprime anche la mente, la penitenza, la sobrietà e la sessualità. Con il nero esprime il segreto; con il rosa o il grigio, l'artificiale.

 

RIMANI AGGIORNATO