Addio Casse e Code: Apre a Seattle il Primo Amazon Go Store

Annunciato diversi anni fa con un famoso video, il progetto Amazon Go ha finalmente preso vita.

LA RIVOLUZIONE GROCERY

Il sogno visionario dell’imprenditore Jeff Bezos si è trasformato in realtà, l’esperienza del supermercato diventa smart: dimentichiamoci le lunghe file alle casse e diamo il benvenuto ad un nuovo tipo di shopping “Grab n’ Go”.

Nel corso degli anni Amazon ci ha abituati a grandi mosse commerciali ed acquisizioni, un colosso del genere proprio non passa inosservato, soprattutto se ha tra gli obiettivi di business la rivoluzione dell’intero commercio offline.

Dopo tanto rumore di fondo, il progetto Amazon Go è stato ufficialmente lanciato, precisamente a Seattle, in Nord America, dando inizio ad un cambiamento profondo del concetto di “spesa”.

COME FUNZIONA? LA GROCERY EXPERIENCE

Entri, prendi quello che ti serve, esci.

La semplicità fatta ad esperienza d’uso. Costruita su misura per l’utente.

Una volta passati i tornelli posti all’entrata, il negozio registra il tuo “accesso” tramite l’apposita applicazione, un po’ come se accedessimo al sito. All’interno dello store, corsie e scaffali sono monitorati da centinaia di telecamere poste su pareti e soffitto. Gli scaffali stessi sono dotati di speciali sensori in grado di captare ogni movimento: così se un prodotto viene prelevato dall’utente, viene automaticamente inserito all’interno di un carrello virtuale. Durante la fase di uscita del negozio avviene l’effettiva transazione e lo scontrino arriva sullo smartphone dell’utente, una volta uscito dallo store.

ESPERIENZA IN STORE TRACCIABILE = DATI, DATI, DATI

Con il completo sistema di tracciamento dell’utente i negozi Amazon Go diventano di fatto dei registratori continui di azioni umane: immaginiamo di prendere un prodotto dallo scaffale, esaminarlo e poi riporlo al suo posto, l’azione verrà registrata e analizzata con l’obiettivo di migliorare continuamente l’esperienza dell’utente. Il negozio non sarà ovviamente sprovvisto di personale, ci saranno assistenti alla sicurezza e addetti ai banconi delle pietanze.

LA VISIONE FUTURA

Seattle è solo il primo capitolo di un libro in fase di scrittura, i piani del colosso dell’E-commerce sono, come sempre, sopra le righe: 470 sono stati i punti vendita della Whole Food Market acquistati dal team di Bezos e nei programmi del portale c’è la volontà di aprire al più presto altri Amazon Go store. Le altre catene di Grocery non stanno però a guardare: Wallmart ha introdotto già da tempo la possibilità di scannerizzare il codice dei prodotti con lo smartphone e pagare direttamente dall’App, mentre Tesco sta studiando per implementare la stessa tecnologia di Amazon all’interno delle sue catene.

Il futuro è sempre più vicino, e non fa parte di una puntata di Black Mirror.

Voi cosa ne pensate?

RIMANI AGGIORNATO